Conosci la nostra Casa Soggiorno visitando il sito
Venerdì 08 Dicembre 2023

News

FESTA DI INIZIO ESTATE - 21 giugno 2023

21 Giugno 2023IMG-20230621-WA0016

Il solstizio d’estate è il giorno più lungo dell’anno e segna ufficialmente il passaggio dalla primavera all’estate.

Per iniziare bene l’estate, Don Marco è venuto ad allietarci con i nostri canti preferiti.

Per finire in bellezza ci siamo gustati un buon gelato!!!

FESTA MONDIALE DELLA GIOCOLERIA - 17 giugno 2023

17 Giugno 2023IMG-20230617-WA0018

La Giornata Mondiale della Giocoleria viene celebrata ogni anno il 16 giugno. Questa giornata ha lo scopo di celebrare l'arte della giocoleria, di renderla visibile e di sostenerla oltra a incoraggiare le persone a provare a padroneggiarla.

In occasione della festa della giocoleria, che quest’anno si è svolta il 17 giugno, ci siamo costruiti dei giochi e poi abbiamo dedicato tutto un pomeriggio al divertimento!!!

Immagini
  • IMG-20230617-WA0003
  • IMG-20230617-WA0004
  • IMG-20230617-WA0009
  • IMG-20230617-WA0021
  • IMG-20230617-WA0034
  • IMG-20230617-WA0037

......E SONO ARRIVATE LE PECORE - 15 giugno 2023

15 Giugno 2023mqdefault

In occasione del trasferimento nel nostro giardino delle pecore che pascolavano in zona, gli ospiti hanno potuto abbracciare con gioia gli agnellini nati nei giorni precedenti.

Immagini
  • IMG-20230622-WA0002
  • IMG-20230622-WA0007

VISITA AL CENTRO ITTOGENICO - 09 giugno 2023

09 Giugno 2023IMG-20230609-WA0015

Una bella mattina di giugno, abbiamo approfittato dell’invito e siamo andati a far visita al Centro Ittiogenico alla Baia delle sirene. Lì la vista sul lago è stupenda!!!

Immagini
  • IMG-20230609-WA0032

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE FORESTE - 21 marzo 2023

21 Marzo 2023giornata-internazionale-delle-foreste

Il 21 marzo è la Giornata internazionale delle Foreste istituita dall'ONU per accrescere la consapevolezza del valore inestimabile di tutti i tipi di foreste e dei pericoli della deforestazione. Le foreste nel mondo hanno un valore inestimabile per la salute del pianeta: sono i polmoni del mondo che puliscono l’aria, riducono il riscaldamento del Pianeta e accolgono l’80 per cento della biodiversità terrestre. Inoltre, prevengono l’erosione del suolo, proteggono dalle alluvioni, migliorano la qualità delle acque, combattono gli effetti negativi del cambiamento climatico. Le foreste sono la casa di innumerevoli animali, piante e insetti e dona altresì riparo a 1,6 miliardi di persone, tra cui oltre 2.000 culture indigene. Questo è quanto si legge sul sito www.viaggi.corriere.it.

Qui in casa di riposo, per onorare le foreste abbiamo invitato il nostro volontario Bruno che fa parte dell’Associazione micologica G. Bresadola: un’organizzazione di tutela ambientale. Bruno ci ha parlato di una foresta a noi geograficamente vicina: il Cansiglio. Con la sua descrizione è stato come se ci avesse accompagnato in una passeggiata per i sentieri di questi meravigliosi boschi.

Non so se sapevate che il Cansiglio si estende per 7000 ettari! Alcune sue zone, però, non sono percorribili, per divieti statali di accesso, e vengono utilizzate per studi (su insetti, precipitazioni e foglie) che monitorano anche la salute di questa ricca selva.

“La foresta” dice Bruno “dev’essere visitata e percorsa rigorosamente in silenzio: per rispettare gli animali che ci abitano e godersi appieno la sua maestosità”.

L’albero maggiormente presente nel Cansiglio è il faggio. Nel sottobosco dove è presente questo albero ci sono solo foglie o funghi e questa è una particolarità di questa pianta. I semi del faggio si chiamano fagiole e sono un gustoso cibo per scoiattoli e topi. Una curiosità sulle fagiole è che, nel passato, vennero usate tostate dalle persone del posto come bibita: una sorta di surrogato del caffè.

Il legno del faggio è inoltre usato per costruire l’arredamento di interni (sedie, armadi…).

Altri alberi presenti in questa foresta sono gli abeti: il rosso e il bianco.

L’abete rosso è un sempreverde con gli aghi a spazzola e le pigne che vanno verso il basso; in autunno le pigne cadono rimanendo intere.

L’abete bianco è anch’esso sempre verde ma gli aghi sono a pettine verso sinistra e destra dei rami e le pigne sono girate in su come candele. Inoltre le pigne dell’abete bianco, in autunno, si sfogliano lasciando sulla pianta il peduncolo.

Sapete che qui “abita” anche “La regina del Cansiglio”? E’ l’abete bianco più grande del Veneto che ha circa 1,8 m di diametro.

Una particolarità del Cansiglio è il conosciuto “Bus de la lum” dal dialetto “Buco della luce”. Il nome deriva da una leggenda la quale narra che le streghe cucinassero e mangiassero i bambini, ecco perché apparivano le fiamme da quel buco. In realtà, gli allevatori del tempo gettavano dentro gli animali morti e la loro decomposizione dava origine a gas e fiamme.

Questo buco è tristemente noto, localmente, perché nella seconda guerra mondiale i partigiani lo hanno usato come foiba eliminando i militari tedeschi o i civili giudicati spie.

Il Bus de la lum è profondo 180 metri e arriva fino alle sorgenti del Gorgazzo.

Di animali che popolano il Cansiglio ce ne sono tanti dai predatori come il lupo, la volpe, la martora e la faina agli erbivori come il cervo, il daino e il capriolo. I volativi che si possono ammirare sono: il gufo, l’aquila, il falco pellegrino, l’allocco e uccelli migratori.

In questa foresta c’è anche un Giardino botanico, un campo da golf, il “Museo dell’uomo del Cansiglio” e ogni stagione ci dona la possibilità di ammirare la natura che muta il paesaggio facendone degli scorci meravigliosi: l’inverno imbiancato, le verdi primavere, le fresche estati e il foliage d’autunno con il bramito dei cervi.

La mattinata passata con Bruno è stata davvero appassionante!

Speriamo di riaverlo presto con noi per un altro dei suoi racconti naturalistici!

Copyright © 2023 IntellySoft