Casa di Soggiorno Villa "Don Gino Ceccon"

Parrocchia di S. Lucia V.M.


Sabato 19 Gennaio 2019



  • News

    Giovedì 15 Ottobre 2015, 20:12
    • Un presepe in dono - Dicembre 2018

      26-12-2018

      In occasione del Natale 2018 l’associazione “ Io Amo Castellavazzo ” e il gruppo MyStrac capitanati dall’artista Mauro “Lampo” Olivotto, hanno donato un presepe in legno alla nostra casa . Tale opera è stata realizzata nella bottega dallo scultore a Castellavazzo. Le statue sono fatte con tavole di pino e durante il periodo natalizio sono esposte nella sala delle attività presso la struttura.

      L’opera è stata molto apprezzata dai residenti per la sua particolarità, inoltre gli anziani si sono piacevolmente sorpresi del bellissimo regalo.

      L’allegro gruppo per l’occasione ha vivacizzato il pomeriggio con canti e musica della tradizione locale, trasmettendo felicità, buonumore, vivacità.

      Si coglie l’occasione con questo sito per ringraziare il gruppo di volontari.

      Daria

    • Natale in collaborazione con la frazione di Reveane - Dicembre 2018

      25-12-2018

      Quest’anno in casa di soggiorno abbiamo realizzato insieme ai ragazzi del catechismo di Santa Croce del Lago e grazie alla collaborazione dei nostri preziosi volontari un presepe nuovo, originale tanto apprezzato dagli ospiti residenti.

      L’idea è stata quella di aprirci al territorio così dopo alcune ricerche abbiamo pensato di contattare il signor Vito referente della frazione di Reveane. La sua gentilezza ci ha conquistati, è stato molto disponibile a prestarci il presepe che hanno realizzato in frazione.

      Molto significativo, con la famosa “zocca” che ha attratto l’attenzione anche di persone esterne che frequentano la nostra casa.

      I sassi del Piave, originalissimi, presenti nel presepe sono stati dipinti da Luana Barzan.

      10 curiosità sul Natale

      - La prima canzone che gli astronauti hanno cantato nello spazio è stata Jingle Bells: la canzone natalizia per eccellenza. Il curioso avvenimento risale al 16 dicembre del 1965.

      - La famosa statua simbolo della città di New York è stata donata dai francesi agli Stati Uniti d’America proprio nel giorno di Natale. La statua fu trasportata in 1883 casse tramite nave ed è il simbolo e segno dell’amicizia tra francesi e americani.

      - Giotto è stato il primo pittore a disegnare la stella cometa con la coda nel 1299.

      - Sono stati i tedeschi i primi ad addobbare un albero di Natale artificiale. Ma le decorazioni utilizzate non furono propriamente tradizionali. L’albero fu infatti addobbato con piume d’oca tinte di verde.

      - Una leggenda racconta che il bastoncino di zucchero a strisce rosse e bianche sia stato inventato da un pasticcere molto religioso. Esso avrebbe la funzione di ricordare Gesù: capovolgendolo si nota infatti il richiamo alla lettera “J” iniziale di “Jesus”

      - Non tutti sanno che la parola “presepe” deriva dal latino “praesepe” che vuol dire “mangiatoia”

      - In Italia Babbo Natale lascia, in genere, i doni sotto l’albero, mentre in Francia li lascia nelle scarpe dei bambini.

      - Si stima che il 40% dei giochi regalati a Natale ai bambini si rompano entro il mese di marzo.

      - La parola panettone si dice derivi da “Pan di Toni” ovvero un dolce inventato dall’aiuto cuoco della famiglia Sforza per rimediare ad un pasticcio culinario.

      - In Polonia il pranzo natalizio conta ben 12 portate, precisamente una per ogni apostolo di Gesù.

      Palmina

      Immagini
    • Una cucina moderna è il gradito regalo di Natale alla casa di soggiorno - Dicembre 2018

      18-12-2018

      Una cucina moderna è il gradito regalo di Natale alla casa di soggiorno

      Gran Natale alla casa di soggiorno don Gino Ceccon.

      A ridosso della ricorrenza, la scorsa settimana, il vescovo Renato Marangoni ha concelebrato la messa insieme agli altri sacerdoti dell’Alpago, come è diventato di consuetudine da diversi anni a questa parte.

      Anche quest’anno, ad animare l’incontro è intervenuto il cantautore bellunese Giorgio Fornasier con le sue canzoni.

      Dopo la messa è stata inaugurata una nuova e moderna cucina.

      Il taglio del nastro è stato affidato alla cuoca responsabile del servizio Edda Caneve, che ha condiviso il compito con il sindaco di Alpago, Umberto Soccal, il presidente della struttura don Paolo Cester e il direttore Marco Sossai.

      Presente alla cerimonia anche il presidente dei servizi sociali dell’Usl 1 Dolomiti di Belluno, Gian Antonio Dei Tos.

      A seguire i festeggiamenti e lo scambio degli auguri di Natale con gli ospiti della struttura, allietato da un immancabile brindisi e un ricco rinfresco per tutti.

      Ezio Franceschini.

      Immagini
    • "Dare vita al Gusto" - Dicembre 2018

      18-12-2018

      "DARE VITA AL GUSTO" - Innaugurazione della nuova cucina

      Immagini

    Pagina: <<<12345>>>


© 2019 IntellySoft - pagina generata in 0.1003 secondi